75% barriere architettoniche

Cambia ora le tue porte e le tue finestre!

Bonus fiscale del 75% eliminando le barriere architettoniche.

IL BONUS 75% IN BREVE

La legge n. 234/2021 (legge di bilancio 2022) ha introdotto una nuova agevolazione il Bonus 75% per la realizzazione di interventi finalizzati al superamento e all’eliminazione delle barriere architettoniche in edifici già esistenti.
Possono utilizzarlo sia le persone fisiche che le imprese e non è necessario avere una disabilità: è il tipo di intervento che conta!
Rientrano negli interventi agevolabili, per esempio: la sostituzione delle porte interne, la sostituzione degli infissi, il rifacimento dei bagni oppure l’installazione di meccanismi per il sollevamento verticale, ecc.

Questo bonus consiste in un incentivo fiscale con detrazione d’imposta del 75% in 5 anni, per le spese sostenute tra il 1° gennaio 2022 e il 31 dicembre 2025.

Però bisogna ricordare che gli interventi per essere ammessi devono rispettare le indicazioni tecniche della normativa e rispettare dei criteri specifici (D.M. 236/1989).
Non esistono limitazioni legate alla tipologia edilizia o alla categoria catastale, l’importante è che si tratti di edifici esistenti.
Per usufruire del bonus 75% per l’eliminazione delle barriere architettoniche puoi possedere o detenere l’immobile. Naturalmente, in caso fossi in affitto, devi richiedere il consenso al proprietario.

COME USUFRUIRE DELLA DETRAZIONE FISCALE

La detrazione fiscale del 75% si ripartisce in 5 quote annuali di pari importo in dichiarazione dei redditi, per le spese fino al 31 dicembre 2025. 
I massimali per il Bonus 75 % variano in base al numero di unità immobiliari presenti nell’edificio ed è applicabile disgiuntamente per le parti comuni e la singola unità abitativa:

€ 50.000 per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti o dispongano di uno o più accesso esterno autonomo;

€ 40.000 per unità immobiliare nel caso di edifici composti da 2 a 8 unità immobiliari;

€ 30.000 per unità immobiliare nel caso di edifici composti da più di 8 unità immobiliari.



L’obiettivo di questo bonus è quello di rendere le abitazioni fruibili ed accessibili a tutti.

Ad esempio porta finestra con soglia ribassata priva di barriere architettoniche.
Con un’altezza di soli 2 cm la soglia ribassata dei nostri infissi è così bassa che tutti possono entrare e uscire facilmente. 


Bonus 75% per la realizzazione di interventi finalizzati al superamento e all’eliminazione delle barriere architettoniche.

E' il momento giusto, cambia porte e finestre!

Alcune nostre proposte, tra i migliori brand del mercato: