Cambiare finestre e porte migliora la qualità della vita: ecco perché


Cambiare finestre e porte migliora la vita. Può sembrare una frase eccessiva, esagerata, ma non lo è. Infatti, sono numerosi i vantaggi che la sostituzione dei serramenti può apportare. Vantaggi che, è bene chiarirlo, non riguardano solo il portafogli.

Nell’articolo che segue parliamo esattamente di questo: di come cambiare finestre e porte migliori l’esperienza abitativa e, in un certo senso, anche la qualità della vita.

isolamento delle finestre

 

Scegliere porte e finestre: una questione importante

Prima di tutto, una precisazione. Occorre prestare molto attenzione alla scelta e non farsi guidare solo dal criterio economico. Il prezzo è importante certo, ma non è l’unica variabile in gioco. Il rischio, infatti, è di lasciarsi sfuggire i benefici che serramenti di qualità possono apportare.

Per scegliere bene, è necessario fare riferimento a un buon rivenditore, che metta a disposizione una offerta all’altezza e variegata. Noi di Allart Center abbiamo fatto una precisa scelta, vendiamo solo porte e finestre di qualità, realizzate dai migliori marchi italiani.

Date un’occhiata al nostro catalogo di porte e finestre online. Se siete a Roma, visitate il nostro showroom in Via Tiburtina. Valutate con attenzione “l’opzione showroom”. Uno dei consigli per scegliere bene, infatti, è affidarsi al parere di un esperto, di una persona fisica (e non di feedback di un e-commerce) che conosca bene l’argomento infissi e serramenti e sappia indirizzare l’acquirente verso il modello più adatto alle proprie esigenze, mostrandogli e facendogli “toccare con mano” le giuste soluzioni.

scegliere porte finestre

I nostri esperti vi aspettano in showroom per consigliarvi nella scelta di porte e finestre

Da qui al secondo consiglio più importante il passo è breve. E’ necessario conoscerle, le proprie esigenze. Ovvero, l’idea di arredamento che si ha in mente, in modo da poter essere consigliati nella maniera più consona.

Cambiare porte e finestre: i vantaggi

Veniamo al dunque. Perché cambiare finestre e porte migliora il tenore di vita? I motivi sono tanti, sia economici che non. Ecco una panoramica esaustiva.

Vivibilità

E’ probabilmente il vantaggio più grande. Cambiare i serramenti può realmente rivoluzionare il volto di un’abitazione e renderla decisamente più vivibile.

Per esempio, optando per una finestra più grande, che possa garantire una maggiore luminosità. Oppure scegliendo una delle tante porte o finestre con meccanismo di apertura salvaspazio (scorrevoli, a libro etc.). O semplicemente acquistando dei serramenti dal grande impatto estetico, belli da vedere oltre che funzionali. D’altronde la bellezza, anche quella dell’arredamento (e i serramenti sono oggetti di arredamento), impatta profondamente sull’esperienza abitativa.

Risparmio energetico

Questo è un aspetto importante che non viene mai sottolineato abbastanza. Infissi e serramenti possono realmente contribuire a rendere un appartamento più efficiente dal punto di vista energetico.

Ciò significa migliorare l’esperienza abitativa, in quanto i locali saranno più freschi d’estate e più caldi di inverno. Ciò significa, ovviamente, risparmiare denaro. Le bollette, infatti, saranno molto meno care. Da questo punto di vista la differenza con i serramenti di dieci o venti anni fa è sensibile. Da qui la necessità di cambiarli. A dispetto di quanto si crede, tutti i modelli più recenti isolano molto bene a prescindere dal materiale.

Convenienza

Cambiare le finestre e le porte costa molto? In alcuni casi sì. Almeno se si ricerca la qualità, dove con questo termine si intende sia un livello estetico sopra la media, o comunque in grado di valorizzare i locali, sia standard elevati sul piano funzionale (es. risparmio energetico).

Tuttavia, va considerato un elemento: le agevolazioni fiscali. A determinate condizioni è possibile usufruire del regime agevolato anche per la sostituzione di porte e finestre. Se i serramenti contribuiscono in maniera determinante ad aumentare la classe energetica dell’intera abitazione, si ha diritto al famoso ecobonus. In parole povere, una detrazione (50%) sull’IRPEF.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail