Tettoie per esterni: come sceglierle


Le tettoie per esterni rappresentano un elemento architettonico che arricchisce i profili di abitazioni e condomini. La loro funzione è essenzialmente pratica ma possono offrire molto anche dal punto di vista estetica. Questa doppia valenza ha determinato, negli anni, una crescita e una progressiva specializzazione dell’offerta, a tal punto che oggi scegliere le tettoie per esterni è meno facile di quanto si possa sembrare.

Nell’articolo che segue offriamo una panoramica sulle tettoie per esterni e qualche consiglio per scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze. Infine, elencheremo e descriveremo alcuni interessanti modelli della linea Allart.

Tettoie per esterni

Perché una tettoia per esterni

E’ ovvio: le tettoie per esterni non rappresentano elementi irrinunciabili. Un appartamento, una villetta, un condominio e in generale qualsiasi tipo di immobile assolvono ugualmente alle loro funzioni anche in assenza di una tettoia. Tuttavia, la loro presenza è altamente consigliata. I motivi sono essenzialmente due.

Il primo ha un carattere essenzialmente funzionale. Le tettoie per esterni, come tutti sanno, servono a proteggere dagli agenti atmosferici zone che altrimenti sarebbero in balìa di acqua, pioggia, neve etc. Non stupisce che il luogo di installazione più comune per una tettoia sia propria la porzione di parete immediatamente sovrastante la porta di ingresso.

Non si tratta, infatti, di una zona di passaggio pura e semplice, bensì anche di una zona, per così dire, di “stazionamento”. In attesa che qualcuno apra la porta, molto banalmente, senza una tettoia si subirebbe l’impatto – molto scomodo – degli agenti atmosferici. Ovviamente, le tettoie possono essere montate anche altrove, come nei balconi degli ultimi piani, laddove il lastrico solare non si estende a offrire una copertura.

Il secondo motivo è invece puramente estetico. Già, le tettoie per esterni possono essere considerate a tutti gli effetti come oggetto di arredamento, in grado di abbellire il profilo di un immobile. Ovviamente, ciò non vale per tutti i modelli, ma solo per quelli progettati per assolvere anche a questa importante funzione. Alcune tettoie, infatti, si caratterizzano per un disegno sobrio, che poco o nulla aggiunge in termini visuali. Sono tettoie comunque da prendere in considerazione, specie se ben costruite.

Come scegliere le tettoie per esterni

Detto ciò, anche in presenza di una consapevolezza marcata su quanto possano offrire le tettoie per esterni, non è semplice sceglierle. Anche perché in fase decisionale intervengono fattori che esulano dal dato estetico e funzionale, e riguardano più che altro il discorso dei materiali.

Di seguito presentiamo i principali criteri che dovrebbero essere tenuti in considerazione quando si sta per scegliere una tettoia per esterni.

Design. Ovviamente, questo aspetto è collegato alla funzione estetica della tettoia. A tal proposito va fatta una precisazione: è inutile impegnarsi nella ricerca della tettoia più “bella”. In primo luogo, la bellezza, soprattutto quando si parla di un elemento architettonico o edilizio, è molto soggettiva. Secondariamente, essa va filtrata sulla base delle esigenze contingenti, ovvero della necessità di coerenza con l’esistente. Per esempio, è perfettamente inutile, se non controproducente, installare una tettoia dal design eccellente ma di stile moderno, se le finiture dell’immobile sono improntate a uno stile classico.

Dimensioni. Questo aspetto è cruciale sia per evitare spese inutili sia per incappare nell’obbligo di richiedere un permesso edilizio. La questione è molto complessa, e in parte non completamente chiarita dal legislatore. Il consiglio, dunque, è di fare riferimento a un esperto che possa valutare la vostra situazione specifica. Sappiate, però, che se la tettoia è molto grande, e circoscrive a seguito della sua installazione uno spazio abitabile, potrebbe rendersi necessario il permesso.

Materiale della struttura. Questo è importante perché, in un certo senso, determina la solidità della tettoia. La scelta è tra i vari metalli, con l’acciaio e l’alluminio in testa. Esistono, ovviamente, anche ottime (e solidissime) tettoie con la struttura in legno.

Materiale della copertura. Esso va valutato attentamento in quanto determina la capacità di carico e la resistenza di una tettoia. Ovviamente, dipende dal grado di esposizione agli agenti atmosferici. Zone in cui nevica molto, per esempio, richiedono pensiline dalle coperture solidissime. La scelta, in genere, è tra materiali plastici, policarbonati, vetro.

Tettoie per esterni: alcuni interessanti modelli Allart

Di seguito presentiamo alcuni interessanti tettoie per esterni proposte nel  nostro catalogo. Consigliamo comunque di visitare il nostro showroom di Via Tiburtina in modo da verificare in prima persona la qualità dei modelli.

NewEntry Classico

Newentry Classica

Le NewEntry Classico rappresentano una variante delle tettoie “normali”. Lo si evince dal design raffinato, che interessa soprattutto la struttura. Questo modello si adatta soprattutto ai profili più tradizionali ed è capace di dare lustro e conferire un certo impatto estetico.

La struttura è in acciaio, nonché realizzata con mensole portante inox. Abbondante è anche la presenza di alluminio 6060, soprattutto per ciò che concerne gli estrusi.

La copertura è in polvere poliesteri trattata termicamente (cottura fino a 200 gradi). La NewEntry Classico oltre a essere una tettoia esteticamente eccellente, è anche molto solida. E’ infatti certificata per un carico di neve fino a 200 chilogrammi per metro quadro, per una resistenza al vento pari a 100 chilogrammi per metro quadro e per una resistenza alla nebbia salina di 10 ore.

NewEntry Liberty

Newentry Liberty

NewEntry Liberty, come si evince dal nome, è una tettoia che richiama agli approcci stilistici del primo Novecento. E’ una variante più specifica del modello Classico, comunque in grado di conferire un certo valore ai profili delle abitazioni. Per il resto, almeno sul fronte dei materiali, vi è una riproposizione di quanto visto per la NewEnty Classico: struttura in acciaio, estrusi in alluminio, copertura in polvere poliesteri cotta al forno a 200 gradi. Anche in questo caso ritroviamo una grande resistenza alla neve, al vento e alla nebbia salina.

NewEntry Ego

Newentry Ego

NewEntry Ego è una tettoia dallo stile moderno, che almeno sul piano estetico si differenzia notevolmente rispetto ai modelli Classico e Liberty. Le forme sono sobrie ma non banali, con una predilezione per l’elemento curvilineo.

Anche in virtù della semplicità di cui è ammantata, NewEntry Ego si adatta a qualsiasi profilo, dunque rappresenta una valida scelta per chiunque sia alla ricerca di una tettoia dai buoni standard funzionali ed estetici.

NewEntry Moderno

Newentry Moderna

NewEntry Moderno è una tettoia che strizza l’occhio agli stili più recenti, minimal in testa. Lo si evince non solo dalle forme, che puntano all’essenzialità, ma anche alla scelta dei colori. Alla bicromia delle tettoie classiche è stato preferito, in questo caso, un bianco asettico ma comunque elegante, il quale coinvolge sia la copertura che la struttura.

Dal punto di vista funzionale, NewEntry Moderno riprende gli standard dei modelli Classico e Liberty, e si caratterizza per la presenza massiva di acciaio, alluminio e polvere poliesteri trattata termicamente.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail