Porta finestra scorrevole

Porta finestra scorrevole

Porta finestra scorrevole

Richiedi un sopralluogo

La porta finestra scorrevole è una delle soluzioni da prendere in considerazione se si intende dotare la propria abitazione di un punto di accesso all’esterno (o di passaggio tra due stanze) dal buon impatto estetico, non ingombrante e capace di garantire una adeguata luminosità.

Con il termine porta finestra scorrevole si intende, molto semplicemente, una porta finestra la cui anta non si apre verso l’interno, bensì scorre su un binario.

L’offerta di porte finestre scorrevoli è, ad oggi, molto ampia. Essa è arricchita dalla presenza di numerose tipologie, le quali si distinguono principalmente per materiale e tipologia di apertura.


Porta finestra scorrevole: pro e contro

Le porte finestre scorrevoli presentano molti vantaggi e ben pochi svantaggi.

Risparmio di spazio

Le ante delle portefinestre scorrevoli scorrono lungo un binario, quindi non si muovono verso l’interno. Questo meccanismo consente loro di occupare uno spazio significativamente inferiore.

Luminosità

In virtù del meccanismo a scorrimento, che riduce al minimo le forze in gioco, le porte finestre possono essere anche molto grandi. Ciò consente il passaggio di una maggiore quantità di luce.

Impatto estetico

La porta finestra è in grado di valorizzare un locale dal punto di vista estetico. E’ una questione di rifiniture, certo, ma anche di luminosità. Una stanza più illuminata, infatti, è sempre una stanza che ha molto da offrire da questo punto di vista.

Costo

L’unico difetto risiede nel costo. Esso, infatti, è mediamente superiore a qualsiasi altra soluzione finalizzata alla creazione di un punto di accesso verso l’esterno o tra una stanza e un’altra. Sono più costose delle normali porte, ovviamente. Lo sono anche rispetto le porte finestre non scorrevoli, come quelle a battente o a vasistas.


Le tipologie di porte finestre scorrevoli per meccanismi di apertura

Se si considera esclusivamente il meccanismo di apertura, si distinguono due tipologie di porte finestra.

Porta finestra alzante scorrevole

Queste porte finestre sono dotate di uno speciale meccanismo che riduce il carico dell’infisso. Ciò facilita in modo significativa lo scorrimento dell’anta sul binario.

Porta finestra a binario parallelo

Classico serramento con anta a scorrimento su un binario. Per muovere le ante, quindi, è necessaria una forza maggiore rispetto alla porta finestra alzante scorrevole.


I materiali delle porte finestre

Come tutti i serramenti, anche le porte finestre si distinguono in base al tipo di materiale utilizzato. Per ciò che concerne telaio e infisso, le alternative sono le seguenti.

Porta finestra in legno

E’ una soluzione che offre molto dal punto di vista estetico. Il legno, infatti, conferisce naturalmente all’ambiente una sensazione di calore e accoglienza. Inoltre, si caratterizza per un ottimo grado di isolamento termico e acustico. L’unico difetto consiste nelle necessità di manutenzione, che sono notevoli (soprattutto se il serramento è esposto agli agenti atmosferici).

Porta finestra in alluminio

E’ la soluzione migliore, se si considera prioritario il valore della resistenza agli agenti atmosferici. L’alluminio è infatti un materiale molto forte, che necessita quindi di pochissima manutenzione.

In linea teorica, essendo un conduttore, non dovrebbe possedere qualità di isolante termico. Tuttavia, grazie alla tecnica del taglio termico è in grado di offrire garanzie anche da questo punto di vista. La tecnica consiste nell’inserimento, all’interno dei profilato, di porzioni di materiale isolanti (in genere termoplastica).

Sul piano estetico, le porte finestre in alluminio offrono molte garanzie, in quanto il materiale si presta alle operazioni di verniciatura più complesse e creative.

Porta finestra in PVC

Acronimo di polivinilcloruro, il PVC è una sostanza polimerica sempre più utilizzata nella produzione di serramenti. E’ infatti molto apprezzato per la sua resistenza agli agenti atmosferici, per l’ottimo grado di isolamento termo-acustico (che non ha nulla da invidiare al legno, anzi), per le necessità solo sporadiche di manutenzione.

L’unico difetto consiste nell’impatto estetico, che è di norma neutro. Esso può essere comunque arricchito mediante l’applicazione di apposite pellicole (diffusissima quella che replica l’aspetto del legno).

Porta finestra in Legno - Alluminio

Esiste, infine, una quarta alternativa: il legno-alluminio. In questo caso, la struttura interna è in legno e il guscio esterno in alluminio. Sulla carta, la soluzione migliore in quanto garantisce il grado di isolamento del legno e la resistenza dell’alluminio. Purtroppo, è anche quella più costosa in assoluto.


Sicurezza delle porte finestre scorrevoli

Per quanto riguarda le ante, e quindi le vetrate, la scelta riguarda principalmente la sicurezza. Se la porta finestra dà su uno spazio esterno, e questo non è protetto con cancellate, inferriate etc. è bene dotare la porta finestra di un vetro antisfondamento e antieffrazione. Ovviamente, anche in questo caso il prezzo lievita.