Porta finestra

Porta finestra

Porta finestra

Richiedi un sopralluogo

La porta finestra è un particolare tipo di infisso. Allocata sempre nei muri perimetrali, consente il passaggio dall’interno all’esterno dell’abitazione. Nella stragrande maggioranza dei casi viene utilizzata per accedere al terrazzo, al balcone o al giardino. Può tuttavia fungere anche da porta secondaria.

Rispetto agli infissi ordinari, la porta finestra può possedere alcune caratteristiche particolari, che si addicono più al concetto di porta piuttosto che a quello di finestra. Per esempio: può vantare un certo grado di resistenza alle effrazioni, può essere corredata di serratura e maniglia interna ed esterna, può avere una soglia inferiore ribassata, ecc. Per quanto riguarda i materiali e le tipologie di apertura, le porte finestre hanno tutto in comune con le finestre propriamente dette.


Porte finestre: i materiali da costruzione

La scelta cade quasi sempre tra l’alluminio, il legno e il pvc.

Alluminio. Le porte finestre “in alluminio” sono caratterizzate dalla presenza di profilati realizzati per estrusione di una lega di alluminio. Tale materiale è noto per essere un conduttore, dunque a rigor di logica non dovrebbe garantire un buon grado di isolamento. Tuttavia i profilati vengono arricchiti di materiali isolanti attraverso il metodo del “taglio termico”, utilizzando un materiale termoplastico.

Le porte finestre in alluminio si caratterizzano per un’elevata resistenza agli agenti atmosferici, alle sollecitazioni meccaniche e alla facilità della pulizia. Da ciò deriva il loro pregio principale: la scarsa pretesa manutentiva. Le porte finestre in alluminio richiedono infatti poca manutenzione. Per quanto riguarda l’estetica, di norma l’alluminio è un materiale neutro, ma può essere arricchito da una attenta opera di verniciatura.

Legno. Il pregio delle porte finestre in legno consiste nell’impatto estetico, sempre gradevole e capace di conferire all’infisso una sensazione di calore e accoglienza. Inoltre, le porte finestre in legno, si caratterizzano per un elevato grado di isolamento termico e acustico. L’unico difetto risiede nella manutenzione: rispetto all’alluminio il legno soffre maggiormente agenti atmosferici, umidità e sollecitazioni meccaniche, dunque va manutenuto con regolarità e precisione.

Pvc. Acronimo di Polivinilcloruro, il pvc conferisce alle porte finestre un ottimo grado di isolamento termico, una ottimale resistenza ad agenti atmosferici e sollecitazioni meccaniche e un impatto estetico vario.

Misto. Si segnala poi una quarta alternativa, ovvero la porta finestra in materiale composito. Esso è costituito dalla contemporanea presenza di due materiali. La tipologia più apprezzata, in questo caso, è la porta finestra in legno-alluminio, che coniuga l’impatto estetico del legno con la resistenza dell’alluminio.


Porte finestre: le tipologie di apertura

Per quanto riguarda il criterio dell’apertura si apprezzano le seguenti tipologie.

Porta finestra a battente con ribalta. E’ la tipologia classica. Il meccanismo di apertura è identico a quello delle finestre tradizionali. Si tratta di una soluzione poco costosa, comoda ma che allo stesso tempo quando aperta a battente occupa abbastanza spazio. Prevede un doppio meccanismo di apertura: a battente e “vasistas”. Nello specifico, è possibile aprire la porta finestra come si aprirebbe una finestra qualsiasi o, in alternativa e ruotando la maniglia, solo in alto, lasciando scoperta la parte vicina al profilato superiore/orizzontale. E’ una soluzione elegante e che consente alla porta finestra di assolvere a una doppia funzione: accesso verso lo spazio esterno (meccanismo a battente) o aerazione del locale (vasistas), occupando comunque uno spazio minimo.

Porta finestra a scorrimento orizzontale. L’anta non si muove verso l’interno o verso l’esterno, come nella tipologia a battente, ma si muove da un lato verso l’altro, scorrendo su di un binario posto nella inferiore del telaio. Questa tipologia rappresenta la classica soluzione salva-spazio o per realizzare vetrature di grandi dimensioni.

Porta finestra a libro. L’anta è divisa in vari segmenti, ciascuna delle quali ruota attorno a un asse verticale. E’ la soluzione più elegante per collegare l’interno con uno spazio esterno ma sicuro, come una veranda o un terrazzo.


Prezzi delle porte finestre

I prezzi delle porte finestre sono molto variabili. I fattori di variabilità sono il materiale, la tipologia di apertura e l’eventuale presenza di caratteristiche aggiuntive, come per esempio il vetro da utilizzare (antieffrazione, antirumore, ecc).

In linea di massima, le porte finestre più costose sono l’apertura alzante scorrevole.

Le porte finestre meno costose, invece, sono quelle in pvc e con il meccanismo di apertura a battente con ribalta.